Un nuovo articolo su rivista scientifica

Valutazione delle azioni di ripristino delle fanerogame marine attraverso un approccio di indagine microbatimetrica.

È questo il titolo dell'articolo pubblicato su Water, rivista peer-reviewed ad accesso aperto sulla scienza e la tecnologia dell'acqua, inclusa l'ecologia e la gestione delle risorse idriche, con dati provenienti anche dal nostro progetto LIFE.

L'articolo è saricabile a questo link.

Azione A 1.2 completate le attività del Piano di campionamento per la definizione degli stock di carbonio dell’habitat 1120*

Sono terminate le attività di elaborazione dei dati acquisiti durante la campagna rilievi condotta a maggio nel Parco Nazionale della Maddalena e dell’Asinara, con il supporto del Nucleo Carabinieri Subacquei di Cagliari e del Servizio Navale dell’Arma dei carabinieri e con i suoi mezzi presenti alla Maddalena.

 

 

Figura 1: Nucleo Carabinieri Subacquei di Cagliari

Nell’ambito della campagna di studio, svolta nei due parchi, sono state condotte attività di rilievo con il veicolo elettrico autonomo di superficie DEVSS “DEvelopment Vehicle for Scientific Survey” equipaggiato con il sensore acustico Biosonics. Le attività sono state condotte con il supporto dello Spin-off 3D Research dell’Università della Calabria.

Figura 2: Veicolo autonomo di superficie DEVSS “DEvelopment Vehicle for Scientific Survey”

I dati acquisiti con il sensore acustico Biosonics sono stati elaborati mediante gli algoritmi di analisi e processamento dati sviluppati dall’ Akdeniz University. Le elaborazioni condotte sono state confrontate con il modello esponenziale di calcolo della biomassa epigea sviluppato da ISPRA, che si basa sull’altezza della canopy fogliare per determinare la biomassa epigea.

Figura 3: stima biomassa epigea mediante il sensore Biosonics equipaggiato sul veicolo DEVSS “DEvelopment Vehicle for Scientific Survey”

Ad oggi sono state stimate, per tutte le aree di studio del progetto Life Seaforets, la biomassa vegetale vivente epigea; Lo spessore della “matte" vivente e non vivente “matte morta” ottenuta dall’elaborazione dei dati acquisiti dallo Spin-off dell’Università di Palermo Biosurvey con lo strumento acustico Sub Bottom Profiler.

Figura 4: stima dello spessore della matte mediante il sensore Sub Bottom Profiler.

Risulta pertanto completato il piano di campionamento per la definizione degli stock di carbonio organico con la misura e la stima dei seguenti parametri: a) biomassa fogliare e dei rizomi per unità di superficie; b)spessore della matte viva e matte morta. I rilievi sono stati effettuati in 3 praterie identificate all’interno di ciascun Parco Nazionale, sulla base del piano di campionamento predisposto nell’azione A1.1.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SeaForest LIFE al Padiglione Italia di Expo Dubai 2020

Siamo estremamente orgogliosi di annunciare che il video "Ricerca e innovazione tecnologica per il monitoraggio a zero emissioni dell'ambiente marino e del litorale", svolto nell'ambito del nostro progetto, è stato selezionato per essere fruibile all'interno del Padiglione Italia di Expo Dubai 2020.

SeaForest LIFE al B2B il 21 ottobre a Lecce

Il 21 ottobre a Lecce saremo all’evento B2B - NETs and NBS in the marine sector nell’ambito del progetto LONETA coordinato dal CMCC. Il progetto ha come obiettivo quello di condividere esperienze ed opportunità future sul tema delle Negative Emissions Technologies ancora largamente inesplorate. La giornata avrà due focus: uno su foreste blu e verdi e l'altro sulle tecnologie legate all’ocean alkanisation. In questo contesto ci sarà anche un intervento per la presentazione del nostro progetto LIFE SeaForest.